Trasporto salma su territorio nazionale: come avviene

Trasporto salme al035-847040, Attivi, 24 ore su 24 ore, 7 giorni su 7.
Operiamo in tutti i comuni del territorio nazionale ed estero.

trasporti-funebri-nazionali-internazionali-bergamo

Trasporto della salma in Italia

Trasportare la salma su territorio nazionale: il procedimento e le sue modalità. La traslazione della salma su territorio nazionale si riferisce al trasporto del feretro da un Comune a un altro prima della scadenza prevista per la sepoltura. Tale procedura può essere richiesta per vari motivi e può coinvolgere spostamenti tra Comuni limitrofi o anche tra Comuni situati in regioni diverse. È importante notare che, nel caso di sepoltura tradizionale, il trasporto può avvenire solo dopo la scadenza prevista.

Oltre che sul suolo italiano, la traslazione della salma può riguardare anche movimenti internazionali, con il trasferimento del feretro da e verso il nostro Paese. La richiesta per questo tipo di trasferimento deve essere inoltrata all’Ufficio di Polizia Mortuaria del Comune in cui è attualmente sepolto il defunto. Una volta ottenuta l’autorizzazione, l’agenzia funebre incaricata si occupa del trasporto del feretro.

In quali casi si può richiedere una traslazione

La traslazione della salma su territorio nazionale può essere richiesta per diversi motivi:

  • Quando un membro disabile della famiglia ha bisogno di accedere alla sepoltura in modo più agevole;
  • Quando si desidera riavvicinare le spoglie del defunto a quelle dei suoi familiari o al suo luogo di origine;
  • Quando è necessario effettuare lavori di manutenzione sulla tomba o sulla cappella del defunto.

Nel primo caso, non è prevista alcuna tariffa purché sia fornito un regolare certificato medico che attesti la disabilità del familiare. Negli altri due casi, invece, è prevista una tariffa e si richiede anche di possedere una tomba o un loculo di famiglia. Se il defunto è stato cremato, le ceneri devono essere comunque conservate in un loculo preesistente.

trasporto-funebre-bergamo-e-provincia.
servizi-funebri-bergamo-provincia.

Documentazione e costi dello spostamento

I costi relativi alla traslazione della salma su territorio nazionale possono variare da Comune a Comune. Tuttavia, alcune tariffe e documenti rimangono costanti in tutta Italia. Questi includono:

  • Una marca da bollo del valore di 16€;
  • Carta d’identità e codice fiscale del richiedente;
  • Dichiarazione di legittimo erede, se la sepoltura avviene in una tomba privata.

Dopo quanto tempo si può effettuare lo spostamento

Per richiedere una traslazione su territorio nazionale è necessario che siano trascorsi almeno 5 anni dalla sepoltura del defunto. Tuttavia, in circostanze eccezionali, è possibile richiedere lo spostamento in tempi più brevi, purché siano rispettate le normative igienico-sanitarie che regolano questa pratica.

Trasporti funebri da e per l’estero e il Passaporto Mortuario

Per trasportare una salma, ceneri o resti mortali mineralizzati dall’Italia al paese di origine o di appartenenza del defunto per la sepoltura, è necessario ottenere l’autorizzazione per l’estradizione, comunemente nota come Passaporto Mortuario.

La richiesta di autorizzazione deve essere presentata all’Ufficio di Stato Civile del Comune in cui è avvenuto il decesso o del Comune in cui è stato rinvenuto il cadavere. Coloro che hanno titolo possono richiedere l’autorizzazione per introdurre in Italia la salma, le ceneri o i resti mortali mineralizzati di un familiare deceduto all’estero per la sepoltura in un cimitero del territorio comunale.

Di solito, l’agenzia funebre incaricata dai familiari si occupa dell’adempimento relativo all’estradizione della salma. Il trasporto funebre da e per uno Stato estero è regolato non solo dal regolamento Nazionale di Polizia Mortuaria, ma anche da accordi internazionali bilaterali o multilaterali.

È importante distinguere tra i paesi che non aderiscono alla Convenzione di Berlino e quelli che aderiscono. Inoltre, per quanto riguarda l’estradizione di ceneri e resti mortali, la circolare 24/1993 chiarisce che la Convenzione di Berlino non si applica al trasporto di ceneri o resti mortali completamente mineralizzati.

DOMANDE FREQUENTI

Il trasporto di una salma avviene seguendo una serie di procedure e precauzioni specifiche per garantire il rispetto delle normative e delle disposizioni igienico-sanitarie. Ecco una panoramica generale su come avviene il trasporto di una salma:

  • Preparazione: Prima del trasporto, la salma viene preparata adeguatamente dall’agenzia funebre incaricata. Questo può includere l’imbalsamazione o la conservazione del corpo, il vestiario appropriato e l’inserimento della salma in una bara o in un contenitore adeguato.
  • Autorizzazioni: È necessario ottenere le autorizzazioni necessarie per il trasporto della salma. Queste possono includere il Passaporto Mortuario o altre autorizzazioni legali, a seconda delle normative nazionali e internazionali.
  • Confezionamento: La salma viene quindi confezionata in una bara o in un contenitore sigillato che garantisce la sicurezza e l’integrità del corpo durante il trasporto.
  • Trasporto: La salma viene quindi trasportata utilizzando mezzi appropriati e sicuri. Questo può includere l’utilizzo di un veicolo funebre specializzato o l’invio tramite compagnie aeree o ferroviarie, a seconda della distanza e delle preferenze della famiglia.
  • Accompagnamento: In alcuni casi, un membro della famiglia o un rappresentante dell’agenzia funebre può accompagnare la salma durante il trasporto per garantirne l’integrità e il rispetto.
  • Destinazione: Una volta arrivata a destinazione, la salma viene consegnata alle autorità locali o all’agenzia funebre incaricata nel paese di destinazione per la sepoltura o per ulteriori disposizioni.

È importante notare che il trasporto di una salma può essere soggetto a regolamenti e restrizioni specifiche, quindi è essenziale consultare le autorità competenti e ottenere le necessarie autorizzazioni e documenti prima di procedere con il trasporto.

Il trasporto di una salma in aereo avviene seguendo una serie di procedure specifiche per garantire il rispetto delle normative internazionali e il trattamento dignitoso del defunto. Ecco come avviene tipicamente il trasporto di una salma in aereo:

  • Preparazione: Prima del trasporto, la salma viene preparata adeguatamente dall’agenzia funebre incaricata. Questo può includere l’imbalsamazione o la conservazione del corpo, il vestiario appropriato e l’inserimento della salma in una bara o in un contenitore sigillato e resistente.
  • Autorizzazioni: È necessario ottenere le autorizzazioni necessarie per il trasporto della salma. Queste possono includere il Passaporto Mortuario o altri documenti di autorizzazione specifici per il trasporto internazionale di resti mortali.
  • Confezionamento: La salma viene quindi confezionata in una bara o in un contenitore appropriato che soddisfi i requisiti delle compagnie aeree e delle normative internazionali. La bara o il contenitore devono essere sigillati e adeguatamente etichettati con tutte le informazioni necessarie.
  • Trasporto: La salma viene quindi trasportata tramite compagnie aeree specializzate nel trasporto di resti mortali. Queste compagnie offrono servizi dedicati e rispettosi per il trasporto delle salme, garantendo il trattamento appropriato durante tutto il viaggio.
  • Accompagnamento: In alcuni casi, un membro della famiglia o un rappresentante dell’agenzia funebre può accompagnare la salma durante il trasporto in aereo per garantire ulteriormente il rispetto e l’integrità del defunto.
  • Destinazione: Una volta arrivata a destinazione, la salma viene trasferita alle autorità locali o all’agenzia funebre incaricata nel paese di destinazione per la sepoltura o per ulteriori disposizioni.

Durante tutto il processo, vengono seguite scrupolosamente le normative e le procedure per garantire un trasporto sicuro, rispettoso e dignitoso della salma.

Il trasporto di un cadavere richiede l’autorizzazione delle autorità competenti, che possono variare a seconda della giurisdizione e delle normative locali. Tuttavia, in generale, l’autorizzazione per il trasporto di un cadavere può essere rilasciata dall’Ufficio di Stato Civile del Comune in cui è avvenuto il decesso o del Comune in cui è stato rinvenuto il cadavere. Questo ufficio è responsabile della gestione dei registri di stato civile e delle pratiche amministrative legate alle nascite, ai matrimoni e ai decessi. In alcuni casi, potrebbe essere richiesta anche l’autorizzazione da parte di altre autorità competenti, come il medico legale o il pubblico ministero, specialmente se sono coinvolte circostanze particolari o sospette.

Il trasporto di una bara avviene generalmente con l’ausilio di veicoli specializzati, noti come veicoli funebri o carro funebre. Questi veicoli sono progettati per il trasporto sicuro e dignitoso delle bare e sono dotati di apposite strutture per fissare e trasportare la bara in modo adeguato. Ecco una panoramica su come avviene il trasporto di una bara:

  1. Preparazione della bara: Prima del trasporto, la bara viene adeguatamente preparata dall’agenzia funebre incaricata. La bara viene posizionata all’interno del veicolo funebre e fissata in modo sicuro per evitare spostamenti durante il trasporto.
  2. Veicolo funebre: Il trasporto avviene utilizzando un veicolo appositamente attrezzato, come un carro funebre o un’autovettura funebre. Questi veicoli sono progettati per garantire il rispetto e la dignità del defunto durante il trasporto.
  3. Scorta e accompagnamento: In alcuni casi, la bara può essere scortata da un veicolo di accompagnamento, soprattutto se il corteo funebre attraversa lunghe distanze o se è prevista una processione lungo il percorso. Un membro della famiglia o un rappresentante dell’agenzia funebre può accompagnare il trasporto per garantire ulteriormente il rispetto e l’integrità del defunto.
  4. Destinazione: Una volta arrivata a destinazione, la bara viene rimossa dal veicolo funebre e trasportata nel luogo di sepoltura o di commemorazione previsto. Se la bara deve essere trasportata oltre i confini del Comune o del Paese, possono essere necessarie autorizzazioni specifiche e il coordinamento con le autorità competenti.

Durante tutto il processo di trasporto della bara, vengono seguite scrupolosamente le normative e le procedure per garantire un trasporto sicuro, rispettoso e dignitoso del defunto e dei suoi cari.

Il costo di trasportare un morto da una regione all’altra può variare in base a diversi fattori, tra cui la distanza da percorrere, il mezzo di trasporto utilizzato, le procedure richieste dalle autorità locali e le eventuali necessità speciali durante il trasporto. In genere, il costo può includere:

  • Tariffe dell’agenzia funebre: Queste possono variare in base ai servizi offerti, come la preparazione del corpo, la fornitura di una bara, l’assistenza per le procedure amministrative, il trasporto e l’accompagnamento.
  • Tariffe di trasporto: Queste possono essere addebitate in base al mezzo di trasporto utilizzato, come un veicolo funebre, un treno o un aereo cargo. La distanza da percorrere e le tariffe applicate dalla compagnia di trasporto possono influenzare il costo complessivo.
  • Spese amministrative: Queste possono includere le tariffe per le autorizzazioni necessarie per il trasporto della salma attraverso diverse regioni o paesi, nonché le tariffe per la documentazione richiesta.
  • Costi aggiuntivi: Potrebbero esserci costi aggiuntivi per necessità speciali durante il trasporto, come l’accompagnamento del defunto da parte di un membro della famiglia o un rappresentante dell’agenzia funebre, l’assicurazione aggiuntiva o l’utilizzo di mezzi di trasporto specializzati.

Poiché i costi possono variare notevolmente in base alle circostanze specifiche, è consigliabile consultare diverse agenzie funebri e ottenere preventivi dettagliati per valutare le opzioni disponibili e pianificare il trasporto in modo adeguato.

Il costo di un biglietto aereo per una salma oscilla da 800€ a 3500€ secondo il paese di destinazione e il peso del feretro.

La possibilità di portare a casa il corpo di una persona deceduta in ospedale dipende da diversi fattori, tra cui le normative locali, le circostanze della morte e le procedure dell’ospedale. In molti casi, il trasporto della salma da un ospedale a casa può essere consentito, ma è necessario seguire alcune procedure specifiche:

  • Autorizzazione dell’ospedale: Prima di poter portare a casa il corpo, è necessario ottenere l’autorizzazione dall’ospedale dove è avvenuto il decesso. Questo può richiedere la compilazione di moduli e l’accettazione da parte delle autorità ospedaliere.
  • Certificazione del medico: È richiesta la certificazione del medico che ha dichiarato il decesso per confermare che non ci sono circostanze sospette o legali che impediscano il trasporto del corpo.
  • Preparazione della salma: Il corpo deve essere adeguatamente preparato per il trasporto da parte di un’agenzia funebre autorizzata, che può includere l’imbalsamazione o altre procedure necessarie.
  • Autorizzazioni e documentazione: Potrebbe essere richiesto ottenere un’autorizzazione ufficiale per il trasporto del corpo, come un permesso di sepoltura o una dichiarazione di morte.
  • Mezzi di trasporto: È necessario organizzare un mezzo di trasporto adeguato e sicuro per spostare il corpo dalla struttura ospedaliera alla residenza.

Prima di prendere qualsiasi decisione, è importante consultare le autorità ospedaliere e le autorità locali competenti per assicurarsi di seguire correttamente tutte le procedure e le normative applicabili.

Per il trasporto di salme via aerea, è necessario che la bara sia accuratamente avvolta esternamente, utilizzando materiale come la juta o altri materiali adatti. Lo stesso requisito si applica anche alle urne cinerarie.

Nel bisogno, in provincia di Bergamo, puoi contare su un’organizzazione collaudata, in grado di realizzare il rito funebre adatto alle esigenze e alle volontà di ognuno – Preventivi Funerale – Normativa del Regolamento di polizia mortuaria.

Recapiti Onoranze F.lli Ruggeri (Urgenze 7/7 gg – 365 giorni all’anno)

Recapiti Onoranze F.lli Ruggeri
(Urgenze 7/7 gg – 365 giorni all’anno)

CASTELLI CALEPIO

Via Provinciale Val Calepio, 40

SARNICO

Corso Europa, 6

CREDARO

Via Ada Negri, 13