Che cos’è il certificato di morte?

Per informazioni chiamaci al: 035-847040, Attivi, 24 ore su 24 ore, 7 giorni su 7.
Serviamo tutto il territorio di Bergamo e provincia fino a Brescia. 

Che cos’è il certificato di morte e perché è importante!

Il certificato di morte è un documento ufficiale rilasciato dalle autorità competenti che attesta il decesso di una persona. Dal punto di vista strettamente burocratico, il certificato di morte è un certificato di stato civile, quindi un importante documento rilasciato dal comune di residenza, che serve ad attestare eventi rilevanti riguardo una persona. È un documento fondamentale per gestire una serie di questioni legali, amministrative e pratiche legate alla morte di un individuo. Tra queste, una delle più importanti è la richiesta del certificato di morte.

Certificato di morte: cos’è e cosa contiene

Nello specifico un certificato di morte include tutte le informazioni necessarie per attestare l’avvenuto decesso: Nome e Cognome del defunto; Stato Civile del defunto; Luogo e data del decesso; Numero di registrazione dell’atto che certifica il decesso (il cosiddetto atto di morte). Appartenenti alla stessa famiglia di documenti, ricordiamo anche quello di nascita, e quello di matrimonio o unione civile, anche loro hanno il compito di segnalare luogo e data dei relativi avvenimenti.

Importanza del certificato di morte

  1. Gestione dei rapporti legali: Il certificato di morte è essenziale per stabilire ufficialmente che una persona è deceduta. Questo può essere necessario per questioni legali come la successione ereditaria, la liquidazione dei beni e l’assegnazione delle proprietà.
  2. Procedure amministrative: Molte procedure amministrative richiedono il certificato di morte, come la cancellazione dei documenti di identità, la chiusura dei conti bancari e l’annullamento delle assicurazioni.
  3. Dichiarazione di morte: In molte circostanze, è richiesto il certificato di morte per dichiarare ufficialmente il decesso di una persona. Questo può essere necessario per ottenere benefici come l’assicurazione sulla vita o le pensioni di reversibilità.
  4. Controllo delle statistiche demografiche: I certificati di morte vengono utilizzati per tenere traccia delle statistiche demografiche e della mortalità all’interno di una determinata area geografica. Queste informazioni sono cruciali per scopi statistici e di ricerca.

Perché acquisire il certificato di morte

Esistono diverse ragioni per cui è indispensabile ottenere il certificato di morte.

Una delle motivazioni principali è legata alla dichiarazione di successione, la quale deve essere presentata dagli eredi all’Ufficio delle Entrate entro 12 mesi dalla data del decesso. Per garantirne la validità giuridico-amministrativa, è fondamentale allegare il certificato di morte.

Inoltre, il certificato trova applicazione in varie situazioni quotidiane, come la gestione dei contratti con fornitori di servizi domestici (acqua, gas, luce, telefono) o per notificare l’INPS o altri enti previdenziali al fine di sospendere eventuali pagamenti pensionistici o sussidi.

Oltre a queste circostanze, il certificato di morte è necessario anche per richiedere giorni di permesso dal lavoro per i parenti del defunto, dimostrando così il legame di parentela con la persona deceduta.

.

Sostituzione con l’autocertificazione

In alcune circostanze, soprattutto in situazioni di emergenza o in contesti in cui non è possibile ottenere immediatamente un certificato di morte ufficiale, è possibile utilizzare un’autocertificazione temporanea. Tuttavia, è importante ricordare che l’autocertificazione potrebbe non essere accettata in tutti i contesti e potrebbe essere necessario successivamente ottenere un certificato di morte ufficiale.

Come e dove si richiede il certificato di morte

Per ottenere il certificato di morte, è necessario rivolgersi al Comune di residenza del defunto se il decesso è avvenuto nella sua giurisdizione, o al Comune dove è avvenuto il decesso, nel caso in cui sia diverso da quello di residenza. Il processo di richiesta è accessibile e agevole per l’interessato.

La procedura prevede la compilazione di un modulo apposito, facilmente reperibile sul sito istituzionale del Comune. Una volta compilato, il modulo deve essere presentato presso l’Ufficio di Stato Civile, l’Ufficio Anagrafe o l’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) del Municipio di competenza. Il rilascio del certificato è gratuito e avviene in tempi brevi.

Nel caso in cui non sia possibile presentarsi personalmente presso gli uffici competenti, è possibile richiedere il certificato tramite fax, posta ordinaria, posta elettronica certificata (PEC) o attraverso servizi online specifici. In questo caso, è necessario allegare al modulo compilato e firmato una copia del documento d’identità del richiedente. Il certificato viene quindi rilasciato entro circa due giorni lavorativi. È importante sottolineare che ogni certificato di morte rilasciato ha validità illimitata.

DOMANDE FREQUENTI

Il certificato di morte può essere richiesto presso il Comune di residenza del defunto, se il decesso è avvenuto nell’area di competenza di quel Comune. In alternativa, può essere richiesto al Comune dove è avvenuto il decesso, se diverso da quello di residenza.

Per ottenere il certificato di morte, è necessario compilare un modulo apposito, reperibile sul sito istituzionale del Comune competente. Successivamente, il modulo compilato deve essere presentato presso l’Ufficio di Stato Civile, l’Ufficio Anagrafe o l’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) del Municipio di competenza.

Il rilascio del certificato di morte è gratuito.

Il certificato di morte viene rilasciato tempestivamente, solitamente entro pochi giorni lavorativi dalla presentazione della richiesta. In caso di richiesta tramite fax, posta ordinaria, posta elettronica certificata (PEC) o servizi online, il tempo stimato è di circa due giorni lavorativi.

Nel caso in cui non sia possibile presentarsi di persona presso gli uffici competenti, è possibile richiedere il certificato tramite fax, posta ordinaria, posta elettronica certificata (PEC) o servizi online, allegando al modulo compilato e firmato una copia del documento d’identità del richiedente.

Ogni certificato di morte rilasciato ha validità illimitata.

Il Certificato di Morte attesta l’evento del decesso e contiene i dati relativi allo stesso: nome, cognome, data e Comune in cui è avvenuto il decesso. L’Estratto di Morte attesta il decesso di una persona e ne specifica le informazioni relative: nome, cognome, data e Comune in cui è avvenuto l’evento.

La differenza principale tra atto di morte e certificato di morte risiede nella loro natura e nel contesto in cui vengono utilizzati:

  1. Atto di morte:
    • L’atto di morte è un documento ufficiale emesso da un ufficiale di stato civile che attesta ufficialmente il decesso di una persona.
    • Viene redatto e registrato presso l’ufficio di stato civile del Comune dove è avvenuto il decesso.
    • Contiene informazioni dettagliate sulla persona deceduta, come il nome, la data e il luogo di nascita, nonché la data, il luogo e la causa del decesso.
    • L’atto di morte è un documento permanente e ufficiale che rimane negli archivi del Comune.
  2. Certificato di morte:
    • Il certificato di morte è un estratto dell’atto di morte, un documento più breve e semplificato che attesta il decesso di una persona.
    • Viene rilasciato dal Comune su richiesta e può essere utilizzato per vari scopi pratici, come l’aggiornamento di documenti, la gestione di questioni ereditarie o la richiesta di benefici.
    • Non contiene tutte le informazioni dettagliate presenti nell’atto di morte, ma fornisce le informazioni essenziali, come il nome del defunto, la data e il luogo del decesso.
    • Il certificato di morte è solitamente richiesto per questioni amministrative e pratiche, mentre l’atto di morte è più utilizzato per fini legali e di registrazione.

In sintesi, l’atto di morte è il documento completo e ufficiale che registra il decesso di una persona, mentre il certificato di morte è un estratto semplificato utilizzato per scopi pratici e amministrativi.

Il certificato di morte viene compilato da un funzionario pubblico incaricato, solitamente un impiegato dell’Ufficio di Stato Civile del Comune competente. Questo dipendente è responsabile di registrare tutte le informazioni pertinenti riguardanti il decesso della persona e di redigere il documento in conformità con le normative e le procedure stabilite.

Le informazioni necessarie per compilare il certificato di morte possono includere il nome del defunto, la data e il luogo di nascita, la data e il luogo del decesso, la causa della morte e altre informazioni pertinenti. Una volta completato il certificato di morte, viene rilasciato all’interessato o ai suoi rappresentanti legali per l’uso negli scopi richiesti, come la gestione degli affari ereditari o amministrativi.

Per scaricare un certificato di Stato Civile online o per ottenere un Certificato Anagrafico con SPID vai sul sito www.anagrafenazionale.gov.it e clicca su “Accedi ai Servizi al Cittadino”. Scegli SPID come metodo di autenticazione.

Nel bisogno, in provincia di Bergamo, puoi contare su un’organizzazione collaudata, in grado di realizzare il rito funebre adatto alle esigenze e alle volontà di ognuno – Preventivi Funerale – Normativa del Regolamento di polizia mortuaria.

Recapiti Onoranze F.lli Ruggeri (Urgenze 7/7 gg – 365 giorni all’anno)

Recapiti Onoranze F.lli Ruggeri
(Urgenze 7/7 gg – 365 giorni all’anno)

CASTELLI CALEPIO

Via Provinciale Val Calepio, 40

SARNICO

Corso Europa, 6

CREDARO

Via Ada Negri, 13